Continua lo stop alla raccolta dell’umido che sta mettendo in ginocchio Guidonia Montecelio, tra il caldo torrido e l’odore dell’immondizia per le strade. Mentre a Roma l’emergenza è deflagrata per i residenti e nelle foto dei turisti, nella terza città del Lazio c’è apprensione per le condizioni igienico sanitarie causate dal fermo del servizio. A portare la Tekneko a interrompere la raccolta, il sequestro dell’impianto di Pontinia che riceveva lo scarto umido. Nonostante le rassicurazioni di inizio settimana, l’emergenza va avanti e lo stesso sindaco Michel Barbet ieri sera è tornato a parlare: “La società concessionaria di servizi ambientali ha comunicato che nella giornata di giovedì 4 luglio 2019 potrebbero verificarsi dei disservizi nella raccolta della frazione umida in alcune zone della città. Si tratta ancora una volta degli strascichi dovuti al sequestro degli impianti avvenuto la scorsa settimana da parte della magistratura. Gli uffici stanno lavorando per contenere quanto possibile i disagi alla popolazione. Si raccomanda, ove sia possibile, di evitare di lasciare i rifiuti in strada. Contiamo di comunicare quanto prima il termine del disservizio. Ringraziamo nuovamente i cittadini per la pazienza”.