Nella suggestione di uno spazio unico, la cava, il viaggio in cuffia con Shakespeare del Teatro Mobile, ispirato alla commedia Sogno di una notte di mezza estate, aprirà l’evento del 5 luglio voluto dal Centro per la Valorizzazione del Travertino Romano. All’interno della cava della Str, alle 20, un appuntamento (giunto alla terza edizione) che parla di cultura e sostenibilità. Una passeggiata-spettacolo, sperimentale ed itinerante. Non l’ennesima messinscena, ma un viaggio in cuffia per visitatori-spettatori di questo bosco-labirinto: se il gioco degli specchi del capolavoro shakespeariano produce rifrazioni, queste e solo queste devono essere “captate” dai visitatori come suoni e voci dei misteri notturni, intuendo e scorgendo fatti e visioni estrapolati dal testo originario nella riscrittura di Pina Catanzariti. A seguire ci sarà il convegno La Terra, l’Uomo, la Natura, libere riflessioni sulla subsidenza in cui interverranno il professor Alberto Prestininzi (Sapienza, Università di Roma) e il professor Massimo Guarascio (Sapienza, Università di Roma).