La scrittrice napoletana Patrizia Rinaldi firma il grande ritorno in libreria di Blanca, la specialista di decodifica e intercettazioni del commissariato di Pozzuoli, con il suo ultimo romanzo La danza dei veleni, che verrà presentato al Thc Meno di Monterotondo martedì 2 luglio alle 19. La serata, pensata in un contesto in cui l’autrice è già stata più volte presente nel corso degli anni, è stata organizzata dall’Associazione Culturale EQuiLibri Roma e si inserisce nella rassegna Estate di letture al Pincetto.

La danza dei veleni si aggiunge così ai tre titoli già usciti della serie, Blanca, Tre numero imperfetto e Rosso caldo, che vedono come protagonista Blanca, l’amato personaggio della letteratura poliziesca che ha saputo trasformare la sua fragilità, l’ipovisione, in virtù. Nuova l’indagine e nuovi i misteri ma i personaggi sono sempre quelli a cui Blanca è legata, la figlia Ninì, Luigi Micheli, che la ama seppur non ricambiato, Luigi Liguori, a cui invece è unita da una forte e crudele passione, e i poliziotti Martusciello e l’agente scelto Carità.

Un cucciolo di pochi giorni irromperà nella vita di Blanca e aprirà un caso contorto e intrecciato a vicende personali. Saranno la figlia Ninì e Sergio, il giovane autista della poliziotta, a portare in casa il cane, salvato dopo che un uomo lo buttò giù da un camion in un’area di servizio della tangenziale. Identificato l’uomo tramite una fotografia la storia si complica con la scomparsa improvvisa dei veterinari che si stavano occupando del cucciolo. 

Nel frattempo, dall’altro lato della città, due negozianti sono morti dopo essere stati morsi da ragni velenosi e poco tempo trascorre prima che l’astuta poliziotta sospetti la relazione tra i casi. Blanca però fiuta tradimento e così decide di condurre da sola l’indagine distaccandosi dalla collaborazione con la giornalista amica di un collega dei due veterinari scomparsi. A condurre una propria indagine personale si aggiungono però anche un strampalata vecchietta e Sua Signoria, boss del litorale impegnato nel traffico di animali esotici.

Virginia Gigliotti