Se Guidonia Montecelio è senza Fairylands non per colpa dell’amministrazione. Interviene il sindaco Michel Barbet, in un sabato movimentato viste le polemiche che infiammano Montecelio per la mancata giornata ecologica e le accuse di intimidazioni del primo cittadino smentito dai residenti. Ma non è l’unico fronte caldo visto che proprio ieri sera il polo civico in un evento pubblico ha dato la pagella a Barbet. Bocciato su tutti i fronti. Tra i servizi, le strade, i parchi, il commercio, c’è anche il caso del festival celtico. Il consigliere Mario Proietti ha sferrato l’attacco ai 5S, “abbiamo cercato di convincere l’amministrazione ma non siamo stati ascoltati. Sono incapaci e arroganti”.

“Mai richiesta nessuna autorizzazione per loro scelta”

Per Barbet una versione che fa acqua da tutte le parti. “Ritengo che queste affermazioni escano dal seminato della normale critica politica e siano quantomai lontane dalla realtà. Superati i problemi dello scorso anno, gli organizzatori sono stati contattati da subito e più volte dalla nostra amministrazione anche con diversi incontri e innumerevoli contatti telefonici proprio per partire per tempo con il rilascio della autorizzazioni: ma nessuna richiesta è mai stata presentata. Non voglio entrare nel merito, è chiaro che gli organizzatori hanno fatto delle loro legittime scelte. Penso che nella loro decisione un ruolo importante lo abbia avuto il fatto che si aspettassero da parte del Comune un pagamento di vecchi crediti del 2014. Pagamento, non certo a causa loro, per il quale la documentazione degli anni passati era quantomai carente, pasticciata e che non dava certezze sulla correttezza del procedimento e quindi di una legittimità di elargizione di soldi pubblici”.

“Favorevoli a edizione straordinaria in autunno”

“Nell’ultimo mese – spiega Barbet – si sono svolti due incontri tra l’Amministrazione, gli organizzatori ed alcuni consiglieri comunali, anche del Polo Civico, proprio a garanzia della corretta gestione del processo, e sembra essersi finalmente chiarita la vicenda vecchia di 5 anni grazie all’impegno di tutti. Ci tengo a dire che sono stati per primi gli organizzatori a fare i complimenti ai nostri uffici per la competenza e la correttezza nella quale opera la nostra amministrazione.
Ribadisco che, se gli organizzatori riterranno, la nostra Amministrazione è disposta a continuare il lavoro per una edizione straordinaria in autunno del Festival e a gettare le basi per quella della consueta prima settimana di Luglio il prossimo anno. Ma senza richiesta niente si potrà realizzare”.

LEGGI ANCHE – Il polo civico contro Barbet per il Fairylands