E’ in corso la kermesse del polo civico a Guidonia Montecelio, nel garden del bar Lanciani, esponenti e consiglieri si alternano al microfono di fronte alla platea per tirare un bilancio annuale con tanto di pagelle sui settori chiave trainati dai 5S. Tra le aspre critiche alla gestione targata Michel Barbet, i civici già dall’introduzione del coordinatore Franco Ferrigno nell’elenco dei “danni” portati in città dai pentastellati, c’è la fine del Fairylands Festival, fiore all’occhiello di Guidonia, evento cult dedicato alla cultura celtica, che è stato capace di portare migliaia di visitatori. Nonostante le provocazioni di Barbet che in piazza di fronte ai cittadini che protestavano per la chiusura delle delegazioni, ha pochi giorni fa affermato che “sono loro a non volerlo fare”, riferendosi agli organizzatori, gli ostacoli posti e i silenzi hanno reso l’impresa impossibile. “Di solito in questi giorni eravamo tempestati di manifesti, pronti per l’evento – ha detto il consigliere del Biplano Mario Proietti – invece niente, abbiamo cercato di convincere l’amministrazione ma non siamo stati ascoltati. Sono incapaci e arroganti”.