L’unico passo indietro che serve ora è quello del sindaco Michel Barbet: lo pensa il consigliere piddì Emanuele Di Silvio di fronte alla frana che colpisce la giunta cinque stelle di Guidonia. Questa mattina con due scatoloni al seguito ha lasciato il Palazzo Alessandro Alessandrini, assessore alle finanze. Uno strappo che pesa in termini politici e amministrativi. A parere del democrat un altro tassello nel disfacimento di Guidonia.

“Se ne va anche Alessandrini, l’uomo mandato da Roma per risanare i conti del nostro comune. E’ il nono assessore, in soli due anni – dice Di Silvio – che ha deciso di abbandonare un’amministrazione ormai alla deriva e senza prospettiva, guidata dai 5stelle e da un sindaco che sembra non rendersi più conto della drammatica situazione in cui versa il comune che lui stesso dovrebbe guidare e rilanciare. Anche oggi Barbet, appena una settimana dopo aver perso uno dei suoi consiglieri di maggioranza è lì bello sorridente e tronfio su facebook ad annunciare quasi come una vittoria l’ennesimo forfait . Un paradosso politico: far passare continue dimissioni – siamo già a 9 tra assessori e consiglieri comunali – per la normalità significa mentire sapendo di farlo, prendere in giro i propri cittadini nascondendo la realtà e cioè un’amministrazione che cade a pezzi, senza prospettive e senza una programmazione futura. Ora arriverà un altro assessore, neanche a dirlo indicato dal partito romano, per continuare l’opera di disfacimento della nostra città. Questo ormai è un fallimento certificato e le uniche dimissioni che tutti i cittadini attendono sono proprio quelle del sindaco Barbet”.