Saranno dei tempi lunghi quelli per il completamento dei lavori della via Palombarese e dei marciapiedi a Santa Lucia. È quanto si apprende dall’ultima seduta del consiglio comunale di Fonte Nuova che venerdì, dopo quasi un anno dalla relazione finale dei lavori della Commissione controllo e garanzia in merito a questo appalto, ha dato qualche indicazione su quel che è successo in questi mesi e su quello che dovrà ancora succedere.

La relazione di Di Bitonto

Sicuramente si è trattato di un’analisi piuttosto tardiva, tuttavia il consiglio comunale di Fonte Nuova ha preso coscienza delle mancanze sorte nel corso dei lavori a Santa Lucia effettuati a cavallo tra questa consiliatura e quella precedente: mancato rispetto della tempistica sia per l’esecuzione dei lavori che per le prove di collaudo, lavorazioni non eseguite o difformi da quanto previsto dal capitolato, mancate procedure per la messa in sicurezza del cantiere e mancanza di due tratti di marciapiede. Questo è il quadro desolante che emerge dalla relazione del presidente della Commissione controllo e garanzia Marco Di Bitonto. Il documento risale al 2 agosto 2018, nel frattempo l’amministrazione è riuscita a ottenere la risoluzione del contratto con la ditta inadempiente e a ricorrere alle vie legali. 

La soddisfazione del sindaco Presutti

“Il contenzioso sta andando avanti” assicura l’assessore ai Lavori Pubblici Lorena Colasanti, in più è stata avviata la fase di redazione del “progetto definitivo per il ripristino delle difettosità dei marciapiedi, per il completamento dei marciapiedi e della sede stradale”, ha precisato Colasanti. Anche il sindaco Piero Presutti ha espresso la sua soddisfazione: “Siamo usciti benissimo da questa vicenda ereditata dalla passata amministrazione. Abbiamo i marciapiedi, abbiamo pagato solo una parte dei lavori e in fase di contenzioso cercheremo di far valere le nostre ragioni. Il grande risultato – continua il sindaco – è quello di essere tornati in possesso del cantiere contestualmente alla risoluzione del contratto, senza ulteriori stop. A breve saremo in grado di finanziare il terzo lotto e asfaltare la Palombarese”. 

L’opposizione non ci sta

Tuttavia la tempistica è assolutamente incerta. L’assessore Colasanti, sollecitata dall’opposizione, non ha fornito alcuna data in quanto “bisognerà aspettare il progetto esecutivo con il cronoprogramma”. Inoltre dai banchi dell’opposizione è emersa una posizione fortemente critica riguardo la mancanza di tempestività dell’amministrazione nel richiedere la risoluzione del contratto. “Non è stato fatto quello che si doveva fare per la rescissione immediata del contratto”, ha fatto presente Gian Maria Spurio, consigliere Fi. Infatti, nella stessa relazione della commissione, firmata anche da due consiglieri di maggioranza (Falcioni e Paganelli), è riportato che già all’inizio del 2018 erano evidenti le mancanze e le incongruità che avrebbero dovuto far propendere il comune a richiedere la rescissione del contratto in danno alla ditta appaltatrice. In conclusione, nonostante le buone intenzioni dell’amministrazione e l’attività di vigilanza dell’opposizione, i cittadini di Santa Lucia non vedranno la fine dei lavori ancora per un po’ e le buche della Palombarese continueranno indisturbate a tormentare gli pneumatici e le sospensioni delle auto dei fontenuovesi.

Emanuele Del Baglivo