Dal primo luglio si sposta da Villa Adriana un ufficio che interessa seicentomila persone e migliaia di aziende. “L’ennesimo Ufficio pubblico che abbandona il territorio” dice la consigliera di Fratelli d’Italia a Guidonia Montecelio, Giovanna Ammaturo. Emigra a Roma l’Ufficio Prevenzioni dei Vigili del Fuoco di stanza nella caserma a Villa Adriana con cui era collegato dopo che per anni era stato ospite nei locali comunali di fianco alla delegazione ed ai VVUU. “L’ufficio è di vitale importanza in quanto  è competente su 56 Comuni. Svolge un lavoro delicatissimo e prezioso. Come dice la parola fa prevenzione, controlli su distributori di gas e carburante, bombole di gas propano, ospedali, pubblici spettacoli, centrali termiche , cinema, alberghi, edifici pubblici, esposizione e vendita, autorimesse, ristoranti e scuole,  su, ripeto 56 Comuni. In pratica chiunque, privato od azienda che abbia necessità di controlli ed autorizzazioni faceva capo a Villa Adriana. Dal primo luglio gli utenti oltre che con la Pec dovranno riferirsi all’ufficio sito affianco alla caserma dei Vigili del Fuoco a Roma in via Romagnoli zona Talenti. Una sessantina di km tra andata e ritorno dal vecchio ufficio in strada Paterno:  una pacchia per il traffico sulla Tiburtina, alla faccia dei servizi . Ma tant’è. I soldi sono finiti,  ed allora, per sopravvivere,  i servizi chiudono perché una  burocrazia miope ha pensato di accentrare tutto nella Capitale.  Fortuna che sono rimasti i 20 Vigili del Fuoco operativi. I 4 o 5 dipendenti dell’Ufficio saranno posizionati a Roma per tornare ogni giorno sul territorio ed essere operativi. Resta un mistero la risposta dei burocrati,  sul perché un funzionario dei Vigili del Fuoco deve farsi ogni giorno due ore di macchina per tornare operativi  intorno Villa Adriana, con una spesa  non indifferente in termini economici e sociali oltre  con tempi più ristretti alla reale fattibilità operativa”.