Anche stavolta il riconteggio dei voti potrebbe stravolgere gli assetti del consiglio comunale sempre tra i banchi dell’opposizione. In attesa della pubblicazione sui muri della città degli eletti, nel parlamentino un’onda sembra pronta ad abbattersi dalle parti di “Una Nuova Storia”. La civica che ha espresso anche il candidato a sindaco della coalizione progressista, non metterebbe in aula Claudio Cipriani, verde di nascita magenta di adozione, ma Francesca Chimenti, maestra elementare vicina all’area socialista. Se confermato sarebbe un paradosso visti i tempi biblici con cui i nomi dei consiglieri sono stati ufficializzati e le feste e contro feste che nel frattempo si sono consumate sui social e non solo, che nei fatti ribalta anche le sorti della minoranza. Nel frattempo il Sindaco è alle prese con la composizione della giunta. Dodici liste sono tante e i tasselli da comporre molti.