Non aveva mai sofferto così tanto il centrosinistra eretino, ma alla fine anche in questa occasione è riuscito a riconquistare nuovamente la fiducia degli elettori di Monterotondo, che hanno manifestato il proprio consenso per gli amministratori uscenti, incoronando sindaco Riccardo Varone. Da segnalare, in ogni caso, l’ottimo recupero di Simone Di Ventura, che ha venduto cara la pelle e si è avvicinato davvero a un’impresa storica. Nella nuova composizione dell’assise sono molti i consiglieri confermati, soprattutto per quel che riguarda il Pd e la coalizione di centrosinistra, segno del forte radicamento e dell’apprezzamento da parte dell’elettorato del lavoro svolto nella passata consiliatura. edb

Ecco la nuova composizione del consiglio di Palazzo Orsini: 

Maggioranza

Pd: Vincenzo Donnarumma, Marianna Valenti, Ruggero Ruggeri, Simona Amorello, Attilio Palombi, Lorenzo Di Paolo, Alessandra Clementini, Claudio Felici, Lucia Di Sabatino.

Demos: Matteo Gaetano Garofoli.

Verdi-Italia in Comune: Luigi Cavalli.

La Rete: Alessandro Di Nicola.

Voglio vivere così: Isabella Bronzino.

Sinistra per Monterotondo: Roberto Del Ciello.

I Progressisti: Ignazio Prestigio.

Opposizione

Simone Di Ventura

Lega: Mirko De Dominicis, Antonella Panetti, Pierluigi Cefalini.

Bene Comune: Valentina Salvi.

Fratelli d’Italia: Marco Di Andrea.

Alberto Pagliuca

M5s:Ilaria Calabrese, Angelo Capobianco.