ELa lunga notte dei tiburtini è finita in piazza Garibaldi dove fino alle 2 i proiettiani hanno festeggiato il secondo mandato consecutivo del sindaco uscente, che quindi si conferma uomo forte della politica locale. Una vittoria schiacciante come registrano i risultati in termini percentuali: l’ex Direttore del Ministero peri Beni e le Attività Culturali ha portato a casa il 65,32%, 12.669 voti, contro il 34,68%, pari a 6.726 schede, del candidato della Lega, Vincenzo Tropiano. Dati del primo turno alla mano  per tutti e due c’è stata una flessione, di 509 punti per il primo e di 648 per il secondo. L’affluenza bassa registrata alle 12 di ieri aveva reso più difficile fare un pronostico affidabile e gli animi fuori dai seggi sono stati la cartina tornasole degli umori all’interno dei due comitati, separati da una manciata di strade. Fuori dal quartiere generale di via due Giugno i baluardi delle civiche lievitate a 12, hanno accolto con boati e applausi l’arrivo progressivo dei dati dai seggi, terminato pochi minuti prima della mezzanotte. Adesso nel parlamentino di Palazzo San Bernardino a cambiare saranno diverse tessere, ecco come sarà composta l’aula. alc

Maggioranza 

Insieme – Nello Rondoni – Claudia Bernardini – Tiziana Ottaviano

Tivoli Mia – Maria Luisa Cappelli – Emanuele Di Lauro – Gabriele Terralavoro

Perla d’Italia – Gianfranco Osimani – Valentina Oriofi

Tivoli Progetto Comune – Maria Rosaria Cecchetti

Cittadini in Movimento – Maurizio Conti

Altra Italia – Domenico Cecchetti

Cambiamo Tivoli – Pamela Corbo

La Democrazia – Alessandra Fidanza 

Partecipazione popolare – Angelo Marinelli

Impegno comune – Alessandro Baldacci

Opposizione

Vincenzo Tropiano

Lega Andrea Napoleoni – Massimiliano Asquini

Amore per Tivoli – Giorgio Ricci

Giovanni Mantovani

Pd – Manuela Chioccia – Alessandro Fontana

Una Nuova Storia – Claudio Cipriani

M5S – Rosa Saltarelli