Lenzuola con le scritte, petizioni, prese di posizione: il plesso Montessori di Paterno, a Tivoli, resta aperto, a chiarirlo la preside Virginia Belli dell’istituto Pacifici. La dirigente scolastica ricostruisce le ultime fasi della vicenda nata per la mancanza di iscrizioni, solo 14, per una classe di prima elementare, che aveva portato all’unificazione con un’altra sempre ridotta del plesso di Villa Adriana. Proprio qui era stato deciso sarebbe andata la prima classe unificata, ma la chiusura dell’intero plesso di Paterno non era in discussione, spiega la preside nella sua comunicazione. Fatto sta che la dirigente facendo leva sulle norme dell’autonomia scolastica ha proposto la scomposizione dell’unica prima autorizzata, riportando quindi la nuova prima a Paterno. Quindi nel plesso Montessori sarà composta una prima elementare con 14 alunni, a Ponte Lucano con 11, nell’indicazione di aumentare le iscrizioni. L’ora di religione sarà in forma pluriclasse, metodo che potrebbe toccare anche a un’altra disciplina: le famiglie hanno dato il via libera.