Manifesti strappati, strisciate con gli stessi faccioni, sale la temperatura nella campagna elettorale (che è stata giù di tono) a Tivoli: le comunali infiammano per un evergreen delle competizioni, la guerra dei manifesti. La miccia che ha scatenato reazioni, la denuncia di una delle liste in sostegno a Giuseppe Proietti, W Tivoli che ha accusato le truppe di Giovanni Mantovani di scorrettezza. Anzi per la precisione di “non rispettare le regole” per “arroganza come logica amministrativa, senza scrupolo”. Colpa aver occupato gli spazi altrui nelle plance. La reazione è arrivata con un reportage vero e proprio, a Villa Adriana, dei mantovaniani. Le liste di centrosinistra ribattono fotografando la situazione come si è presentata martedì alle 11 nelle plance elettorali allestite in via Don Agostino Panattoni, a Villa Adriana “Rappresentano puntualmente il mancato rispetto delle regole da parte di alcune liste che sostengono proprio il sindaco uscente Proietti”. La prima foto mostrata immortala i manifesti accartocciati a terra, per non parlare delle plance assegnate a Mantovani dove ci sono quattro manifesti di una lista che sostiene il sindaco uscente Proietti che ha invaso anche gli spazi per le europee.

Ma c’è di più. Nell’attacco di W Tivoli, infatti, se è vero che “i ragazzi hanno commesso un errore”, la ragione è colpa dell’amministrazione. “Il sorteggio per le liste è avvenuto martedì 30 aprile. Nella normalità, il giorno lavorativo successivo, cioè giovedì 2 maggio, la giunta avrebbe dovuto approvare e far pubblicare la deliberazione che assegna gli spazi elettorali ai candidati. Quella deliberazione invece è stata pubblicata dopo ben dieci giorni, il giorno 9 maggio. Questo incomprensibile ritardo ha provocato evidentemente caos e confusione. I nostri ragazzi hanno sbagliato, certo, ma c’è almeno una ragione. Ci aspettiamo adesso che chi è stato così solerte ad accusare noi, faccia altrettanto e usi esattamente le stesse parole nei confronti dei propri alleati, candidati anch’essi a sostegno del sindaco uscente Proietti”. Sarà finita qui? Secchi e scope si depongono domani a mezzanotte. gp

I manifesti strappati
I manifesti di una lista di Proietti sugli spazi di Mantovani