Una corsa per condividere e ribadire l’importanza della prevenzione in occasione della ventesima edizione della Race for the cure, la più grande manifestazione per la lotta ai tumori del seno in Italia e nel mondo che ha animato questa mattina il centro di Roma. Maratona di 5 km e la passeggiata non competitiva di 2 km tra le vie del centro città, alla quale hanno partecipato diverse realtà di Guidonia, tra cui il gruppo fitness guidato da Silvia Bufalieri della palestra a largo Cornelia e il gruppo Carletta con Rita Salomone.

Alle ore 10 c’è stato lo start alla corsa, da piazza Bocca della Verità, via Luigi Petroselli, via del Teatro Marcello, piazza Venezia, Fori Imperiali, via Cavour, piazza del Colosseo, via Celio Vibenna, via di San Gregorio, piazza di Porta Capena, via delle Terme di Caracalla, via Antoniniana, via Guido Baccelli, largo Fiorito, largo Vittime del Terrorismo per poi arrivare in piazza di Porta Capena.

Come ogni anno sono state tantissime le adesioni all’evento organizzato dall’Associazione Susan G. Komen Italia, che utilizza i fondi raccolti dal progetto per realizzare programmi di prevenzione a sostegno delle donne.

In totale sono stati quattro giorni, da giovedì 16 a domenica 19 maggio, di sport, salute e benessere all’interno del Villaggio allestito al Circo Massimo, dove si sono svolte numerose iniziative per la prevenzione, come sportelli informativi, accesso agli screening diagnostici e misurazione pressione e glicemia ma anche attività fisico sportive e conferenze. La tappa romana ha aperto così la pista a quelle successive che si svolgeranno a Bari, da venerdì 17 a domenica 19 maggio, a Bologna e Pescara da venerdì 20 a domenica 22 settembre, e a Brescia e Matera, da venerdì 27 a domenica 29 settembre.

In tutto una ventina le donne impegnate oggi nella manifestazione con Silvia Bufalieri: “E’ un evento a cui teniamo particolarmente, molto importante per la prevenzione dei tumori. Abbiamo donne in rosa nel nostro gruppo, abbiamo quindi portato la testimonianza di queste guerriere”.

Virginia Gigliotti