In una campagna elettorale senza emozioni arriva l’ora della “guerra dei manifesti”. A lanciarla è una della liste che fanno parte della cordata che sostiene la candidatura a sindaco di Giuseppe Proietti, W Tivoli, attraverso la propria pagina facebook. Un’invettiva che a pochi giorni dall’apertura delle urne non risparmia nessuno. “Ieri sera abbiamo affisso il nostro manifesto che invita a votare i nostri candidati e quello del sindaco Proietti, sulle plance destinate alle affissioni elettorali. Lo abbiamo fatto, come sempre, rigorosamente sugli spazi a noi assegnati. La situazione invece che i tiburtini possono vedere è irrispettosa e prevaricante”, raccontano con foto a corredo della situazione che si è venuta a creare. “Altri candidati ed altre liste non rispettano le regole, fanno sfoggio di disponibilità economiche notevoli, e soprattutto dimostrano la solita arroganza che, in passato hanno usato e se andassero a governare Tivoli assumerebbero come logica amministrativa, senza scrupolo. Atteggiamenti di una politica vecchia e superata che in certi gruppi ma anche in alcuni nuovi non scompare. Ci auguriamo che i tiburtini facciano comprendere che i tempi in cui la politica è arroganza e mancanza di rispetto, sono terminati definitivamente. Le foto, appositamente sfumate, dimostrano ampiamente il disprezzo per le regole di corretta convivenza civile di cui parliamo”. C’è da dire che nonostante la “sfumatura” effettivamente utilizzata nel piccolo reportage fotografico allegato al post social, non sia poi così difficile capire chi sia il destinatario del messaggio al vetriolo. Si accettano scommesse.