Ieri sera, poco dopo le 22, in località Valle Martella, a Zagarolo, i carabinieri hanno arrestato per tentato omicidio una 37enne che aveva poco prima ferito con un coltello lo zio 51enne. Sono stati i vicini a dare l’allarme al 112 dopo avere udito le urla provenire dall’appartamento. All’arrivo dei militari, l’uomo, completamente sporco di sangue e con evidenti ferite, era stato già adagiato sulla barella di un’ambulanza del 118 intervenuta e la donna era in casa e quindi subito bloccata. Secondo una prima ricostruzione, all’interno dell’abitazione, a seguito dell’ennesima lite familiare avvenuta per futili motivi, avrebbe aggredito, con un coltello da cucina, lo zio con il quale viveva, colpendolo con diversi fendenti al volto e al torace. I carabinieri hanno ritrovato anche il coltello utilizzato che è stato sequestrato.L’uomo ferito è stato trasportato presso il Policlinico di Roma Tor Vergata e dimesso con 20 giorni di prognosi ma nei prossimi giorni dovrà essere operato. La nipote è stata condotta presso il carcere di Rebibbia. RedCro