Disordini fuori dallo stadio Olimpico per la finale di Coppa Italia tra Lazio e Atalanta, ci sono stati scontri tra gli ultrà della Lazio e la polizia. Giancarlo Cosentino, Segretario Generale della Cisl Fp Roma Capitale e Rieti, in merito ai disordini che hanno provocato il ferimento di due componenti della Polizia Locale di Roma Capitale ed il danneggiamento di tre veicoli di servizio, dichiara quanto segue: “Esprimo piena solidarietà ai colleghi della Polizia Locale, tra i quali il Comandante del 15 gruppo Cassia, che sono ora in ospedale, colpiti a quanto si apprende da una bomba carta lanciata vigliaccamente in direzione della loro auto di servizio da parte di ignoti. Questo gravissimo episodio dimostra ancora una volta come la Polizia Locale di Roma Capitale sia sempre in prima linea al fianco delle Forze di Polizia statali svolgendo gli stessi servizi, nonostante gli ufficiali e gli agenti non abbiano però diritto alle stesse tutele previdenziali e assistenziali, pur svolgendo identiche funzioni, nei medesimi teatri operativi,  che si vanno a sommare alle ordinarie attività. Ritengo ormai improcrastinabile – continua Cosentino – la conclusione dell’iter parlamentare in corso per la riforma della Polizia Locale che preveda l’equiparazione delle tutele agli oltre 50.000 agenti e ufficiali di tutta Italia a quelle riconosciute alle Forze di Polizia statali. Auspichiamo che nel caso in cui fossero riconosciuti gli autori di tali atti Roma Capitale si costituisca parte civile nei processi penali”.