La banda dei cavi è tornata a colpire a Setteville, mandando in tilt per tutta la mattina di ieri i collegamenti telefonici fino a Case Rosse: circa diecimila le utenze isolate, internet compreso, con problemi che hanno riguardato un parte anche i mobili. La razzia è avvenuta nella notte tra domenica e lunedì, intorno all’una, nel quartiere di Guidonia Montecelio. Se tre mesi fa avevano forzata gli ingressi della centrale di via Fogazzaro per fare man bassa di cavi, stavolta avrebbero agito all’esterno attraverso i tombini: hanno reciso i collegamenti elettrici che alimentavano la cabina e poi li hanno sfilati.

Cosa dice Tim

La Tim è subito intervenuta per ripristinare il servizio ed ha presentato denuncia ai carabinieri per quanto accaduto. “Tim è parte lesa – ha fatto sapere – e non ha alcuna responsabilità per i conseguenti disservizi in fonia e dati – in parte anche sul mobile (Setteville e Case Rosse). I tecnici sono subito intervenuti, completando il ripristino di tutti i collegamenti coinvolti intorno alle 13,30”. Quasi tre mesi fa, tra il 17 e 18 febbraio, la banda aveva saccheggiata la centrale portando via 200 metri di cavi. RedCro