Proietti

Inquinamento acustico, disagio e degrado. L’isola ecologica di via Molise a Fonte Nuova sembrerebbe aver generato più problemi di quelli che ha effettivamente risolto. La denuncia arriva da Valerio, un cittadino residente in quella zona di Santa Lucia: “Chi abita lì di fronte praticamente vive dentro una discarica. Ma il disagio coinvolge anche chi si trova nei dintorni, anche perché qui non si dorme più: la mattina molto presto ci si sveglia con il rumore degli sportelli dei container”.

Le foto non lasciano spazio all’immaginazione

Domenica fuori dai cancelli dell’isola ecologica c’era di tutto: televisori, mobili, sacchi della spazzatura pieni di calcinacci ed elettrodomestici. I rifiuti erano stati abbandonati su strada nei giorni e negli orari di chiusura del centro. Oltre a questo, erano presenti anche dei rifiuti comuni che, di norma, il gestore avrebbe dovuto ritirare presso le abitazioni con la differenziata “porta a porta”, ma che evidentemente qualcuno ha pensato di poter lasciare fuori dal centro temporaneo. 

L’isola arrivata tra le polemiche

La decisione di approntare questo punto di raccolta in via Molise fu fortemente osteggiata già a novembre dalla cittadinanza e dai residenti della zona, ma l’amministrazione riuscì comunque a far partire il progetto e a dare il via al servizio alla fine di gennaio. In realtà si tratterebbe di una soluzione provvisoria in attesa del completamento del centro di via Salvatoretto a Tor Lupara, ma il sospetto che questa isola ecologica possa diventare permanente è comunque vivo, anche perché a Santa Lucia non è prevista al momento nessuna soluzione alternativa.

La voce dei cittadini

“Non nego che il servizio sia necessario e debba esserci, quel che chiediamo è che ci sia qualcuno che quantomeno faccia rispettare le regole – continua Valerio –. Non è giusto che ci siano dei cittadini di serie A e cittadini di serie B, quaggiù ci sentiamo abbandonati. Ci dovrebbe essere anche una telecamera per sanzionare chi commette queste violazioni, ma a questo punto ci stiamo chiedendo se funzioni realmente”.

Emanuele Del Baglivo

Ecco il degrado nei pressi dell’isola ecologica
Tropiano Lega