E’ manifestazione di piazza il 24 aprile per chiedere le dimissioni del sindaco di Guidonia Montecelio Michel Barbet: Forza Italia attraverso Maurizio Massini lancia l’invito a tutti i cittadini a partecipare e un appello alle opposizioni. C’è stata una intera giornata di attacchi contro l’amministrazione cinque stelle da parte dei consiglieri comunali dal Pd alla Lega, la scintilla dello scontro politico le dimissioni dell’assessore al personale Agostino Bultrini. Il reggente delle risorse umane, dopo appena sei mesi di incarico ha mollato la stanza senza fornire alcuna spiegazione alla città. A parlare il sindaco, che in una formula diventata rito, si è riferito a ragioni personali e professionali. Versione alla quale nessuno, nel mondo della minoranza, ha creduto per un solo istante. Un colpo pesante per l’amministrazione e per il sindaco che vede uscire dall’esecutivo il sesto assessore in meno di due anni, e a pochi giorni dal consiglio sul bilancio. Il 24 aprile l’assise si riunirà per il voto decisivo. Una data cruciale e che diventa oggi anche una chiamata alla piazza.

Cosa dice il segretario azzurro

Il segretario azzurro Massini non conta su alcun consigliere in assise e proprio ai gruppi e agli altri partiti lancia però un appello a partecipare insieme ai cittadini. “Barbet si faccia un esame di coscienza, adesso basta con la roulette degli assessori imposti da Roma. Si devono dare risposte ai cittadini e alle imprese, altrimenti si ferisce la comunità e si mina la sua coesione sociale.”

Forza Italia intanto si riorganizza

Forza Italia proprio nei giorni scorsi ha dato avvio a una fase di riorganizzazione interna. Massini ha assegnato le deleghe ai componenti del coordinamento cittadino con l’obiettivo di tornare a radicare il partito nel territorio. “Quest’anno ci aspettano sfide importanti, a cominciare dalle elezioni europee, abbiamo quindi formato una squadra fatta da giovani e persone più esperte, un mix necessario che apre al contributo e alle idee di tutti”, commenta il segretario. Fanno parte del coordinamento oltre al vicecoordinatore Roberta Dattoli, eletti all’unanimità Michelangelo Russo, vicecoordinatore vicario; Augusto Cacciamani, responsabile dell’organizzazione del partito; Gianni Tuzi, tesoriere e responsabile amministrativo; Chiara Bernardini delegata alla Pari opportunità. E’ intenzione di Massini inoltre affidare incarichi specifici anche ad elementi esterni al coordinamento, per rispondere alle istanze che giungono dalle comunità locali e con competenze specifiche nel sociale,nell’imprenditoria e nella cultura. Ieri è stata inoltre approvata la relazione più politica del neo coordinatore che già nei prossimi giorni incontrerà i coordinatori delle altre forze politiche all’opposizione del governo cittadino. Per Massini non si tratta di una liturgia, ma della necessità di rinsaldare i rapporti tra forze fortemente contrarie all’azione politica e amministrative dei 5Stelle. Prima prova, il 24 aprile, appuntamento alla piazza del Comune. redpol.