Combattere i pregiudizi e le false narrazioni sull’immigrazione, creare uno spazio aperto di scambio di idee e ufficializzare la Carta d’Intenti, queste le linee guida di Tivoli antirazzista – prima le persone, l’incontro che si terrà sabato 13 aprile alle Scuderie Estensi di Tivoli organizzato dal Coordinamento Antirazzista di Tivoli.

L’evento si presenta quale battesimo di questa rete di associazioni e singoli, costituita dall’Anpi sezione di Tivoli, Casa dei Diritti Sociali Valle dell’Aniene, associazione Rete Rosa, 8 marzo 2012 associazione di contrasto alla violenza sulle donne, Coordinamento Democrazia Costituzionale – Tivoli, Antonella Agnaletti e Lina Bencivenga.

Alla presenza del sindaco Proietti prenderà avvio un dibattito aperto su razzismo, migranti, rom e su tutti coloro che non hanno diritti e verranno fissati i punti della Carta d’Intenti, un mini statuto aperto ad arricchimenti futuri e ad adesioni individuali e di associazioni.

“L’evento inizierà con la proiezione di un video – spiega Claudio Proietti, segretario dell’Anpi di Tivoli – a seguito del quale prenderanno la parola i nostri ospiti, l’avvocato del Mare Stefano Greco, il presidente della Casa dei Diritti Sociali Valle dell’Aniene Giuseppe Zarbo, Stephen Ogongo del Movimento Cara Italia e il nostro giovane concittadino Luca Carnevale. Si darà poi la parola a chi volesse aderire al Coordinamento, un’iniziativa in controtendenza visti i tempi che corrono, segnati da pregiudizi e luoghi comuni sull’immigrazione che spesso sfociano in comportamenti xenofobi e razzisti accompagnati da atti di violenza verbale e fisica contro le persone più deboli o più semplicemente diverse. Il nostro progetto – prosegue Proietti – nasce da una spinta iniziale delle associazioni femminili alla quale noi, come Anpi, abbiamo aderito solo in un secondo momento apportando un notevole supporto”.

Virginia Gigliotti