Annullata a Fonte Nuova la prova preselettiva del concorso per un posto di collaboratore amministrativo a tempo pieno e indeterminato che doveva tenersi nella giornata di oggi, suddivisa in tre turni. 
Sono state rimandate a casa “330 persone provenienti da tutta Italia”, come segnala su Facebook il consigliere FI Gian Maria Spurio. La motivazione fornita dal comune ai partecipanti riguarderebbe  un problema tecnico sorto nel primo turno delle prove di ieri mattina, che ha reso impossibile proseguire le operazioni concorsuali. Sul sito del comune è già presente la comunicazione dell’annullamento, ma non viene specificato il motivo. Il sospetto manifestato da alcuni partecipanti è che ci siano delle imprecisioni nella scrittura del bando. In particolare, nella parte che riguarda i requisiti di ammissione, in merito al titolo di studio che, come recita il bando, deve essere “rilasciato da Istituti scolastici statali o riconosciuti dall’ordinamento scolastico italiano, del diploma di qualifica professionale”. È evidente che non c’è molta chiarezza sul tipo di titolo necessario per partecipare. In più, sempre secondo il bando, il comune avrebbe dovuto provvedere a pubblicare l’elenco degli ammessi a partecipare, o comunicare l’ammissione con riserva di tutti coloro che hanno presentato la domanda, ma l’unico riferimento per i partecipanti è una tabella con gli orari del turno per svolgere la prova, divisi per le iniziali dei cognomi. Anche Federico Del Baglivo, consigliere PD, è intervenuto per stigmatizzare l’accaduto: “È un ulteriore segnale della disorganizzazione cronica del nostro comune, figlia della distrazione della politica in questi anni”. edb