Proietti

Egregio Direttore, in merito all’articolo uscito in data odierna sul giornale da lei diretto dal titolo “Guidonia Alberi pericolosi vicino alla scuola […]”, come membri della commissione Ambiente dell’Amministrazione teniamo a precisare quanto segue.

“Successivamente all’esposizione del presunto pericolo a causa delle inadempienze del comune a procedere agli abbattimenti, i consiglieri del PD Lomuscio, De Dominicis il consigliere Santoboni del M5S e successivamente il consigliere PD Di Silvio, si sono recati nella scuola accompagnati da un dipendente comunale che lavora a stretto contatto con il funzionario responsabile, oggi assente per malattia.

Da una verifica carte alla mano effettuata, risultano assolutamente prive di fondamento le notizie riportate sul suo giornale circa il mancato abbattimento delle alberature pericolose. In particolare:
1)      i due pini posti all’ingresso della scuola NON figurano tra gli alberi da abbattere come asserito dal Consigliere Lomuscio.
2)      Delle 22 alberature contrassegnate come da abbattere ne sono state abbattute una ventina e non 3 o 4 come riportato, come risulta evidente dai numerosi monconi e dalla abbondante segatura presente nel perimetro della scuola. Gli alberi rimasti sono situati in zone marginali della scuola e necessitano di macchinari particolari per procedere all’abbattimento, cosa già in programma nei prossimi giorni. 
3)      Alla segnalazione del consigliere Lomuscio durante la commissione il presidente Alessandro Cocchiarella e altri consiglieri hanno prontamente sentito il dirigente responsabile e il funzionario, che hanno dato invece rassicurazioni sull’avvenuto rispetto da parte degli uffici della perizia e ne hanno dato immediata comunicazione alla commissione.

Per completezza di informazione, c’è da abbattere una magnolia e due alberature sono da potare per ragioni di sicurezza, intervento sicuramente successivo all’abbattimento di altre piante e in già programma. Nessuna relazione è quindi stata “tenuta nel cassetto” e nessun allarme è stato sottovalutato in alcun modo: creare allarmismo per mera visibilità politica crediamo non serva a nessuno.

A latere di questa visita sul posto eseguita dagli stessi denuncianti la presunta grave mancanza, invitiamo il consigliere (che ha fatto prima a far uscire sugli organi di stampa una notizia palesemente difforme dalla realtà che a sincerarsi di persona del reale stato dei fatti) a ricorrere ai Carabinieri come minacciato più volte e di relazionare la commissione e la città sulle risultanze che ne verranno fuori”.

Alessandro Cocchiarella
Anna Checchi
Giuliano Santoboni
Stefano Bufalieri
Alessandro Toro
Claudio Zarro
Antonino Briganti

Lo stesso consigliere del Pd Mario Lomuscio ha successivamente aggiustato il tiro delle proprie dichiarazioni.

“Mi preme sottolineare come la relazione non sia stata tenuta nel cassetto ma è stata parzialmente messa in esecuzione. Ovvero, sono stati eseguiti degli interventi che hanno determinato l’abbattimento della quasi totalità degli alberi indicati dal professionista come da abbattere. Ad ogni modo, a seguito di un sommario sopralluogo eseguito in data odierna, ho potuto constatare come vi siano ancora almeno due alberi da abbattere e alcuni da potare con urgenza. Pertanto – conclude Lomuscio – la situazione rimane grave e rinnovo la richiesta di un’immediato e pronto intervento per garantire la sicurezza e la tranquillità dei cittadini”.

Tropiano Lega