Polemica a Tivoli tra i candidati alle elezioni amministrative, ad attaccare è il leghista Vincenzo Tropiano che bolla come un “bluff” il civismo di Giuseppe Proietti. Colpa della partecipazione del sindaco ieri alle primarie del Pd: “Che il progetto civico del sindaco di Tivoli stesse ormai naufragando lo abbiamo capito con le recenti dimissioni del vicesindaco Irene Vota, ma apprendere che ieri Proietti si sia recato alle primarie del Pd per esprimere il suo voto circa l’elezione del nuovo segretario conferma che quell’impegno civico è stato da sempre un grande bluff”.

In realtà la vicinanza politica di Proietti al centrosinistra a livello nazionale non è certo un mistero a Tivoli, il sindaco è stato seduto in prima fila anche a iniziative elettorali del Pd alle ultime politiche e regionali. Ma l’atmosfera di campagna elettorale prende quota.

“La Giunta Proietti getta finalmente la maschera e si sposta a sinistra – dice Tropiano – facendo intendere quale sarà il suo orientamento per le prossime comunali del 26 maggio. Siamo convinti che i cittadini non si faranno prendere in giro per la seconda volta, Tivoli attende un cambio di marcia senza infingimenti o piroette. La coalizione a guida Lega è già in partita”.