Code chilometriche, disagi quotidiani, si apre uno spiraglio per gli automobilisti rassegnati all’ingorgo all’uscita del Car. La Lega attraverso la consigliera comunale di Guidonia Arianna Cacioni, con il supporto del collega metropolitano Carlo Passacantilli e del dirigente regionale Fabrizio Santori ha ottenuto da parte di Autostrade l’impegno all’approvazione in tempi rapidi delle modifiche alla viabilità.

“Abbiamo ottenuto un importante risultato da Autostrade dei Parchi per la rapida e indifferibile approvazione di progetti inerenti la viabilità dell’AutostradaA24 direzione barriera Est, nel tratto urbano uscita complanare del Centro Agroalimentare di Roma, al fine di velocizzare e agevolare i flussi di traffico”. 

“Dopo l’approvazione di una mozione sugli stessi temi presentata presso il Consiglio comunale di Guidonia – spiegano – abbiamo continuato a farci carico delle richieste di operatori commerciali e agricoli afferenti al Car, e dei cittadini che quotidianamente devono fare i conti con difficoltà di accesso ai comprensori metropolitani della parte orientale della Capitale, della zona tiburtina e della Valle dell’Aniene. Il solo Car, infatti, conta 85mila accessi mensili e ben 400 aziende, a cui si aggiungono le migliaia di abitanti del quadrante est di Roma. Inoltre, non disponendo di un varco dedicato, la viabilità della complanare prima della barriera per chi voglia utilizzare l’uscita del Car provenendo da Roma, risulta ingolfata dal traffico in direzione del Grande Raccordo Anulare”.

“Per questo, molti cittadini che quotidianamente percorrono l’autostrada, pur di non sottoporsi a lunghissime code, utilizzano il casello di Tivoli dell’Autostrada A24, con un cospicuo aggravio di spesa alla luce delle tariffe autostradali più volte ritoccate nel tempo. La risposta odierna di Autostrade dei Parchi è un significativo passo in avanti verso una risoluzione di questi problemi che ogni giorno impattano su automobilisti e autotrasportatori. Ora – concludono gli esponenti della Lega – vigileremo affinché vengano garantiti tempi rapidi di intervento”.