Giornata di partecipazione per gli iscritti e i simpatizzanti del Pd che in tutta Italia sono ai seggi delle primarie per scegliere il segretario nazionale tra Nicola Zingaretti, Maurizio Martina e Roberto Giachetti. I democratici stanno rispondendo alla chiamata visto che nelle grandi città, Roma inclusa, si registrano code ai gazebo per esprimere il proprio voto.

Solo nel Lazio 550 banchetti e 3.000 volontari, e buona affluenza dall’apertura di questa mattina. “Abbiamo file ai seggi un po’ ovunque non solo a Roma”, scrive in un tweet il senatore Bruno Astorre che è segretario regionale del piddì, pensando a questa tornata delle primarie commenta: “Una grande giornata per la democrazia”.

Si può votare fino alle 20 nei 7mila seggi allestiti in tutta Italia per la consultazione, basta essere muniti di tessera elettorale, documento d’identità e contributo di (almeno) due euro. Oltre al segretario, attraverso le liste collegate, saranno eletti anche i componenti dell’assemblea nazionale. A Guidonia Montecelio i seggi sono stati attrezzati nei diversi quartieri, così da agevolare il voto.