E’ in arrivo la settimana dei musei e dei siti archeologici di tutta Italia: si entra gratis. Dal dal 5 al 10 marzo sarà infatti possibile visitare le bellezze culturali e naturali italiane senza pagare il biglietto grazie al nuovo regolamento MiBac, il Ministero per i beni e le attivitàculturali, entrato in vigore il 28 febbraio.

Il nuovo regolamento ha stabilito un aumento del numero di giorni di gratuitàdurante l’anno a 20 ed è stato poi stabilito, per i ragazzi dai 18 ai 25 anni, un abbassamento del costo dei biglietti di ingresso di ulteriori 2 euro al fine di promuoverne l’avvicinamento.

Delle 20 giornate di gratuità, 6 resteranno le prime domeniche del mese, da ottobre a marzo, 6 saranno utilizzate per la Settimana dei Musei dal 5 al 10 marzo e 8 resteranno a disposizione dei direttori che sceglieranno autonomamente come e quando usufruirne.

Alcune strutture aderenti all’iniziativa, della Capitale, hanno già reso pubbliche le scelte per gli 8 giorni extra. Tra le opzioni più frequenti c’è quella di istituire la gratuità il 29 giugno, giorno di San Pietro e Paolo, il 21 aprile, Natale di Roma, insieme al 25 aprile e 1 maggio.

I gioielli di Tivoli, Villa Adriana e Villa d’Este, che hanno invece deciso di rimanere gratuite i primi lunedì del mese da maggio a dicembre.

Virginia Gigliotti