Portava con sé sei grammi di hashish, suddivisi in tre confezioni, pronte per essere cedute ai tanti giovani che affollano la piazza di Santa Lucia. Per questo i carabinieri del nucleo operativo hanno arrestato, in flagranza di reato, un 64enne del posto, già noto alle forze dell’ordine. L’accusa: detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Nel corso della successiva perquisizione domiciliare sono stati sequestrati altri 63 grammi di hashish, 70 euro e materiale per il confezionamento delle dosi. L’uomo è stato arrestato e tradotto presso la propria abitazione in regime degli arresti domiciliari, a disposizione dell’autorità giudiziaria di Tivoli.


Un altro arresto a Cadorna. Sempre per spaccio di stupefacenti i carabinieri della stazione di Capena hanno arrestato un 21enne, e denunciato il fratello minore, entrambi del posto. I due erano stati notati in via Tiberina a bordo di un’autovettura mentre cedevano, in cambio della somma di 20 euro, una dose di hashish ad un giovane, che poi è stato segnalato, come consumatore, alla prefettura di Roma. La perquisizione personale del minore ha consentito di rinvenire un’altra dose di hashish e una di marijuana, per un peso complessivo di 4 grammi, mentre a casa sono stati sequestrati 40 grammi di marijuana e 6 proiettili, calibro 38, detenuti illecitamente. Il 21enne è stato arrestato e condotto presso la propria residenza in regime di arresti domiciliari, mentre il 17enne è stato denunciato alla procura per i Minorenni di Roma. RedCro