Lunedì all’insegna del cinema italiano, che passa da Palombara a Monterotondo grazie all’edizione numero 34 del festival completamente dedicato agli autori e registi del Bel Paese. A essere proiettato il prossimo 25 febbraio sarà La profezia dell’armadillo, opera tratta dal best seller firmato da Zerocalcare che è diventata un film grazie al lavoro di Emanuele Scaringi premiato dal pubblico e dalla critica grazie ad un incasso di 315mila euro e a una candidatura ai David di Donatello.

La profezia dell’Armadillo

La storia è quella di Zero, ventisettenne che vive nella periferia romana, precisamente in quella che viene ribattezzata Tiburtina Valley, dove tutto manca ma non serve nulla. A raccontare la gestazione dell’opera sarà lo stesso Scaringi insieme all’attore Pietro Castellitto, che risponderanno alle domande del pubblico come nelle migliori tradizioni della kermesse cinematografica ormai entrata nella tradizione del Bel Paese di diritto per la qualità del lavoro svolto in questi anni. L’appuntamento è per il 25 febbraio ore 20 ed è realizzata in collaborazione con il Laboratorio Onlus e il Comune di Monterotondo, Assessorato alla Cultura.