Proietti

Ha sfondato la porta di casa della sua ex e, mentre la donna si rifugiava da una vicina per sottrarsi alla sua ira, ha messo a soqquadro l’appartamento e fatto danni. L’uomo, un 37enne di Santa Lucia, è stato arrestato dai carabinieri a cui la vittima aveva lanciato l’Sos. I militari della stazione di Mentana lo hanno trovato ancora in azione. Le manette sono scattate con l’accusa di maltrattamenti in famiglia. I carabinieri, a seguito di richiesta provenite dal 112, sono intervenuti in un’abitazione di via delle Mimose, dove hanno colto in flagrante l’uomo che, dopo aver divelto la porta di ingresso, in evidente stato di alterazione psicofisica, spargeva caos e distruggeva suppellettili.

La proprietaria dell’abitazione, ex compagna del 37enne, aveva trovato rifugio, insieme al figlio 11enne, presso l’appartamento di una vicina di casa, da dove aveva chiesto aiuto al 112. L’uomo, che nonostante la presenza dei militari continuava a minacciare di morte la donna, è stato arrestato e successivamente accompagnato presso il carcere di Rebibbia, dove rimane a disposizione dell’autorità giudiziaria di Tivoli. L’intervento degli uomini dell’Arma si innesta in un più ampio progetto di tutela delle vittime vulnerabili organizzato dalla Procura della Repubblica di Tivoli, ove opera da tempo un pool di magistrati specializzati nei reati di violenza di genere. RedCro 

Tropiano Lega