“Naviga a vista”, “pessima”, “mezza stella è pure troppa”: sono le primissime recensioni che fioccano sotto il post di GMadvisor la campagna lanciata dal segretario di FdI Mario Pozzi. Invece di recensire hotel e ristoranti, sotto valutazione c’è l’amministrazione di Guidonia Montecelio: “E’ ora di passare ai voti” recita l’iniziativa avviata qualche ora fa.

Il primo voto è stato proprio di Pozzi, una stella, che lascia il commento: “Una città con grandi potenzialità ma con i servizi inesistenti”. Una volta che GMadvisor avrà raggiunto un buon numero di valutazioni, sarà consegnata al sindaco Michel Barbet, obiettivo chiederne le dimissioni. Il post è sulla pagina Facebook di Pozzi, e sui canali social di FdI, sotto si può votare appunto lasciando anche un commento.

La condizione è che l’avventura cinque stelle stia sul viale del tramonto. Le dimissioni dell’assessore all’ambiente Tiziana Guida, per le modalità in cui sono avvenute, richieste dai consiglieri di maggioranza, raccontano “di una spaccatura profonda”

“Alla lunga lista di disservizi che questa amministrazione ha regalato alla cittadinanza – dice Pozzi – dalle aree verdi ancora chiuse, come la pineta di Guidonia centro, all’aumento delle discariche abusive, dall’inefficienza della raccolta differenziata, interrotta per lungo tempo la raccolta del vetro, al dissesto del manto stradale, dai disservizi del trasposto pubblico al rischio di cessazione dell’assistenza per i disabili e della chiusura dell’asilo nido comunale, si aggiunge una instabilità amministrativa che spaventa”.