Lo hanno sorpreso dentro la sacrestia della chiesa di San Biagio a fare man bassa di oggetti sacri. Quando sono arrivati i carabinieri, allertati da un cittadino, aveva già arraffato una croce d’altare di ottone, un paramento sacerdotale, una statua del “Bambino Gesù” e due strumenti musicali utilizzati dal coro parrocchiale, il tutto occultato all’interno di una borsa. 

I militari della stazione di Palombara Sabina hanno arrestato un 42enne cittadino romeno, da tempo trapiantato nel centro storico della cittadina e già noto alle forze dell’ordine, per furto aggravato consumato nella parrocchia di “San Biagio Vescovo e Martire”.

La successiva perquisizione domiciliare, ha permesso agli investigatori di recuperare altre due statue della Madonna e una di San Padre Pio da Pietralcina, sequestrate in attesa di verificare la loro provenienza. L’intera refurtiva rinvenuta è stata restituita al parroco.

L’arrestato, è stato accompagnato presso la propria abitazione in regime di arresti domiciliari, a disposizione dell’autorità giudiziaria di Tivoli. RedCro