Con una lettera ufficiale dalla Città Metropolitana di Roma è arrivato il via libera al bando per l’assegnazione del servizio Aec, l’assistenza educativo culturale agli alunni disabili all’interno delle scuole. Una boccata d’ossigeno per Guidonia che da mesi vede l’Aec procedere a singhiozzo a causa dei pochi fondi e delle lungaggini burocratiche che avevano fermato la gara da cinque mesi. Sbloccare la nuova aggiudicazione era un passo decisivo per vedere aumentare i fondi e quindi le ore per i bambini.

Il consiglio comunale, dopo le sollecitazioni delle mamme riunite in un comitato, ha infatti stanziato 300mila euro aggiuntivi ai 500mila previsti dal bando. Una cifra non sufficiente a creare un piano ore veramente adeguato ma sicuramente più saldo di quello previsto (e attuale).

Dopo l’ultima riunione tra i vertici dell’amministrazione cinque stelle e il comitato delle mamme, la commissione servizi sociali su impulso dell’opposizione ha sollecitato gli uffici provinciali. Una delegazione ha ribadito l’urgenza e ecco che c’è il semaforo verde che consentirà l’avvio della nuova fase con più fondi.