Dilaga la protesta dei sindaci contro il decreto sicurezza di Salvini, a Tivoli oggi partirà una raccolta id firme per sollecitare Giuseppe Proietti a non applicare il decreto. Promotori sono gli attivisti di Articolo 1- Mdp: “Saremo in piazza per chiedere con una petizione al sindaco d Tivoli di seguire l’esempio dei sindaci di Milano, Napoli, Palermo, Firenze, per citare i più importanti, ma anche di Fiumicino e Velletri nella zona, e non applicare il decreto sicurezza di Salvini, che mostra lampanti profili di incostituzionalità. Il decreto salvini – spiega Gabriele Simonelli – oltre la propaganda, significherà circa 130mila clandestini in più nei prossimi due anni, come dimostrato da studi statistici. Cioè dietro le sbandierate parole d’ordine sulla sicurezza il decreto vorrà dire negare la residenza, e tutto quello che ne segue, comprese le cure mediche, a famiglie, donne, minori. Noi pensiamo invece che più sicurezza si ottiene dando ai migranti che vivono già nel nostro territorio la possibilità di curarsi, di lavorare onestamente e pagare le tasse. Se il sindaco accoglierà il nostro appello saremo soddisfatti, ma a prescindere dalla sua decisione finali diciamo fin da ora che alle elezioni di maggio faremo in modo che Tivoli abbia un sindaco che rispetti i principi costituzionali e su questi dia battaglia”.

gioco d'azzardo dipendenza