Con tensione e continui dubbi, Il testimone invisibile, il nuovo thriller diretto da Stefano Mordini nelle sale dal 13 dicembre, ha conquistato critica e pubblico aggiudicandosi l’ottavo posto in classifica al box office. Un giovane imprenditore di successo, Adriano Doria, interpretato da Riccardo Scamarcio, si risveglia in una camera d’albergo con accanto il corpo senza vita di Laura, Miriam Leone, sua amante. Adriano, figlio della nuova Milano da bere, sposato e con una figlia adorabile, nonostante si dichiari del tutto innocente viene così accusato dell’omicidio dell’affascinante fotografa.

Per provare la sua innocenza e salvarsi dalla galera non gli rimane che rivolgersi a Virginia Ferrara, Maria Paiato, avvocatessa penalista famosa per non aver mai perso una causa. L’emergere di un testimone e l’imminente interrogatorio che potrebbe decretare la sua condanna definitiva lo costringono, insieme all’avvocato Ferrara, a preparare in sole tre ore la strategia della sua difesa e a raccontare tutta la verità. Un giallo tutto italiano che si scontra con le solite commedie in uscita duramente il periodo natalizio e che consolida una già avviata collaborazione, nata con “Piricle il nero”, tra il regista e Scamarcio che spingono sempre più verso il noir.
Virginia Gigliotti