Proietti

L’euforia per l’approvazione del voto di bilancio e la stanchezza per aver portato a casa il risultato dopo le 6 del mattino non hanno frenato il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, che sabato mattina sotto la pioggia ha tagliato il nastro del Ponte degli Acquedotti a Tivoli. Opera pubblica tanto sospirata dagli automobilisti degli Arci, quartiere dormitorio con pochi servizi e tanti disagi, da sabato è realtà. Nove milioni di euro per 143 metri di lunghezza taglia-traffico, sono stati accolti tra l’ovazione e la commozione. “Non ci fermiamo più, non ci fermeremo mai” ha detto Zingaretti sempre più lanciato verso la poltrona più alta del Pd. Insieme al Governatore anche i consiglieri regionale, Laura Cartaginese e Marco Vincenzi insieme al sindaco di Tivoli, Giuseppe Proietti. Ricco il parterre di politici: dall’ex deputato Andrea Ferro ai consiglieri tiburtini Alessandro Fontana, Manuela Chioccia, Gabriele Terralavoro, Gianni Innocenti e Maria Rosaria Cecchetti.

Tropiano Lega