Prevista per oggi alle 12 e 30 la riapertura del tratto di Maremmana, chiuso per consentire la sostituzione del ponte ferroviario al km 28+789 della linea ferroviaria Roma-Sulmona. Il nuovo sottovia sostituisce il vecchio ponte ad arco in muratura di luce pari a 6,5 metri e altezza libera pari a 3,20 metri, realizzato alla fine del XIX secolo. La struttura è composta da un impalcato a travi in ferro incorporate di lunghezza complessiva pari a 13,20 metri e luce netta pari a 12,20m costruito fuori opera e varato mediante una grù stradale di grande portata.

Questa soluzione strutturale ha consentito di limitare gli spessori della soletta e di aumentare, insieme ad un abbassamento dell’attuale piano viario, l’altezza utile per il transito dei veicoli pesanti a 4,60 metri. I muri d’ala e le spalle sono realizzati a mezzo di una paratia di micropali con pulvini in cemento armato. Per preservare la valenza storica dell’opera esistente, le pietre da taglio sono state recuperate e utilizzate come rivestimento delle nuove spalle e dei muri d’ala. L’intervento ha permesso l’adeguamento della sede stradale a categoria F2, costituita da una singola carreggiata con due corsie larghe 3,25 metri, doppia banchina di un metro e per consentire il transito dei pedoni in sicurezza sotto l’opera è stato realizzato un marciapiede della larghezza di 1,25 metri. L’investimento economico di Rfi è stato di circa tre milioni di euro. RedCro

gioco d'azzardo dipendenza