Temperature sempre più hot a Tivoli in vista delle elezioni dove piovono indiscrezioni e smentite di rumors ormai a getto continuo. Sul tavolo, come giusto, le possibili alleanze in vista delle urne, con spostamenti di liste e inedite geografie. E’ il caso della Nuova Storia, lista civica del cartello Proietti che in base a quanto emerso sarebbe pronta a lasciare la coalizione per dare forza al progetto di un centrosinistra allargato al civismo. Progetto nel quale, potrebbe rientrare anche la neo formazione Partecipazione popolare che però per voce di Matteo Pallante e Alessandro Centani rispedisce al mittente la sola idea. Insomma, il senso è: non andremo mai con il centrosinistra e con i partiti. “Nessun contatto è mai avvenuto tra la lista Partecipazione popolare e la formazione di centrosinistra, né tantomeno si è mai parlato di linee programmatiche comuni per il bene della città.  Nessun contatto vogliamo avere inoltre con partiti politici dato che crediamo nella spinta innovativa del civismo e pensiamo che il loro processo di rinnovamento è ben lungi dall’essere portato a termine, e non crediamo che sia possibile ne credibile verso la città e i cittadini nascondere una finta rigenerazione solo adesso come mero interesse elettorale.
A tal fine invitiamo tutte le forze civili di centrosinistra che non si sono mai riconosciute o non si riconoscono più in partiti politici di unirsi e sostenerci nella costruzione di un progetto amministrativo condiviso che possa far nascere un nuovo percorso politico”.