Proietti

Le foto sono già trentasei ma siamo solo alle battute iniziali della campagna messa in piedi dal sito marcosimone online sulla propria pagina facebook e dal titolo chiaro: “Adotta una buca”. Un like, un nome per la voragine di turno identificata strada per strada proprio a Marco Simone Setteville Nord. Chi proporrà il nome più simpatico vince due biglietti per il cinema. Una provocazione che rischia di diventare virale dal quartiere di Guidonia Montecelio nel resto della città, dove la condizione distrata delle strade è una emergenza continua. Mentre ai lavori pubblici si avvicendano assessori – presenti o non presenti non si vede la differenza – la viabilità è un terno al lotto considerando le condizioni dell’asfalto. Basta dare un’occhiata alla galleria fotografica di marcosimoneonline per rendersi conto che si va da interi pezzi di carreggiata dissestati a voragini magari piene d’acqua.

Dopo aver segnalato, mostrato indignazione, minacciato di presentarsi al Comune, i cittadini esasperati passano al piano b, richiamare l’attenzione delle istituzioni con una campagna ironica dove la buca, come una creatura, va presa in carico e amata. “L’iniziativa è mirata a sensibilizzare i cittadini alla salvaguardia e alla custodia delle buche del quartiere. Tutto nasce dal grande affetto che i cittadini hanno per le buche che oramai accompagnano da mesi le persone nei chilometri percorsi sulle nostre strade. Le buche sono diventate praticamente come persone di famiglia, ognuno di noi ha la sua preferita – scrivono – quella da schivare lungo il tragitto che lo riporta a casa, quella da custodire con cura evitandola per non danneggiarla e aggirandola per non ferirla”.

La campagna prevede l’adozione del cuore da parte di ogni cittadino di una o più buche. “Si tratta di un affido temporaneo – precisano – al fine di preservare un bene diventato oramai parte integrante del nostro territorio. A tutti coloro che sono interessati all’iniziativa chiediamo di adottarne una tra quelle che abbiamo già catalogato e fotografato, ma sarà anche possibile segnalare quelle che per nostra dimenticanza ci sono sfuggite o comunicare le nuove nascite, che aspettiamo numerose con l’avvicinarsi della stagione piovosa, le vostre segnalazioni saranno preziose al fine di poter aggiornare il registro anagrafico delle buche del quartiere. Certi della partecipazione numerosa che l’iniziativa avrà vi chiediamo aiuto per far sì che ogni buca di Marco Simone possa finalmente avere una famiglia affidataria. Salviamo l’unico bene paesaggistico che rimane al nostro quartiere, adottiamo una buca”. E via commenti.

Tropiano Lega