Interrogazione al ministro Matteo Salvini, su Guidonia “zona franca” per la presenza di insediamenti abusivi rom che sono per i proponenti una vera emergenza. Si tratta di Fratelli d’Italia che attraverso il coordinatore comunale Mario Pozzi e il deputato Marco Silvestroni pone il caso all’attenzione di Salvini. “La situazione dei campi rom abusivi a Guidonia è diventata insostenibile per i residenti e del tutto fuori controllo. Il territorio è ormai preda della criminalità diffusa che va dagli atti osceni, alle discariche abusive, ai furti e al vandalismo fino ai roghi tossici. È ora di dire basta alle zone franche”.

Inutili i pezzi di carta che escono dal Comune, se poi non segue un intervento concreto. “È evidente che l’ordinanza emessa dal sindaco, lo scorso 2 novembre, si è rivelata inefficace. Dall’amministrazione comunali ci attendiamo un maggior impegno nel garantire sicurezza dotandosi di strumenti più incisivi, come ad esempio sistemi integrati di videosorveglianza. Lo Stato non può rinunciare al controllo del territorio e all’applicazione delle leggi, ne va dell’incolumità e della salute pubblica. Per queste ragioni ci aspettiamo una risposta tempestiva del Ministro dell’Interno all’interrogazione depositata venerdì scorso nella quale è stata rappresentata la gravità della situazione e con la quale chiediamo di conoscere quali iniziative si intendano mettere in campo per contrastare le attività criminali provocate dalla presenza dei campi rom abusivi”.