Competenze a disposizione della comunità, inizia la “nuova fase” di Fratelli d’Italia a Guidonia Montecelio targata Mario Pozzi. E’ il segno dell’avventura 4.0 dei meloniani nella terza città del Lazio, in un’ottica corale, “un uomo solo al comando non fa niente, per noi c’è la squadra”. Così nella saletta del bar Lanciani in centro, Pozzi presenta l’organigramma del partito che si appresta, come ha spiegato il segretario cittadino, a una stagione di lavoro duro sull’organizzazione in ogni circolo delle nove circoscrizioni. Fratelli d’Italia a livello comunale è divisa in dipartimenti, insieme a Pozzi quindi Tiziano Di Paolo per gli eventi territoriali, Patrick Troiani per organizzazione, sport, associazionismo, volontariato, Elisabetta Bartone, medico di base a Villanova, la dottoressa sarà responsabile di sanità e sociale, quindi Jacopo Caldarelli a capo di gioventù nazionale. Professionisti che “mettono la propria esperienza a disposizione del partito e della città, e guardando alle altre forze politiche di Guidonia – suggerisce Pozzi – direi che è un modo nuovo, un volano per capire meglio le esigenze e arrivare in tutti i settori della nostra comunità”. Così Pozzi rafforza la leadership del partito post uscita di una fetta di peso a livello locale, il gruppo Messa con la consigliera Arianna Cacioni traghettati nella Lega a togliere il sonno alla Giovanna Ammaturo. Pozzi non teme l’avversario verde che macina consensi in lungo e in largo per l’Italia, visto che a Guidonia “un elettore che vota noi può essere sicuro che non baratteremo la nostra posizione per andare a governare, il voto a Fdi è un voto al partito più coerente, stiamo saldamente all’opposizione di un’amministrazione cinque stelle fallimentare”. Pur non essendo rappresentati in consiglio, aggiunge Pozzi, “siamo un punto di riferimento riconosciuto e reale nel territorio, siamo interlocutori, il consigliere è un valore aggiunto ma intanto siamo in città dove sono i problemi”. E tanti a quanto pare visto il giudizio sull’amministrazione Barbet, che “non ha visione, vive alla giornata, e perde consensi tra la gente”. C’è già un calendario di iniziative pronte a sbarcare, dalla mostra al progetto socio sanitario per rendere Villanova un quartiere medico h24 per tutto l’anno, agli appuntamenti formativi per le associazioni. Così a Guidonia Fratelli d’Italia cerca lo slancio, la Lega tra Ammaturo e Messa si spacca in due correnti (e quanti ancora dovranno arrivare), e Forza Italia? Non pervenuta, ancora in attesa non si capisce se di un commissariamento, l’ennesimo, o magari del nuovo segretario. “Il partito non c’è più”, la considerazione è di un big azzurro, ma questa è un’altra storia. geape.