“Grazie alla responsabilita’ dell’assessore Manzella e del Presidente Zingaretti siamo riusciti a salvare i posti di lavoro delle cave di Guidonia Montecelio”. Si moltiplicano reazioni al voto di eri alla Pisana con il via libera al testo salva cave della giunta regionale. “Una vicenda dai contorni drammatici – dice la consigliera regionale del piddì Eleonora Mattia presente in piazza con gli operai durante la protesta – che rischiava di mandare a casa ben 2000 occupati, mettendo in ginocchio un settore economico che, non dimentichiamolo, rappresenta il 5% del Pil del Lazio. Fondamentale sono stati la collaborazione offerta dai sindacati, nel trovare una soluzione condivisa, e il voto favorevole, sull’emendamento dell’assessore Manzella, delle forze del centrodestra, che hanno anteposto i problemi reali al gioco delle parti mentre, ancora una volta, dobbiamo registrare il voto pregiudiziale e irresponsabile dei Cinquestelle”. La Mattia che è presidente della commissione Lavoro precisa: “Nell’emendamento che salva il Made in Italy si parla di economia circolare, ed ora piu’ che mai e’ necessario proseguire in questa direzione. Sul futuro delle attivita’ di estrazione nelle cave tre sono i temi prioritari: la formazione, che deve partire dalla scuola, il riutilizzo dei residui di lavorazione ed una premialita’ nel rinnovo delle concessioni per chi garantisce piani di sviluppo, crescita occupazionale e salvaguardia dell’ambiente”.