E’ arrivato in piazza intorno all’ora di pranzo, ieri, il deputato di Forza Italia Alessandro Battilocchio venuto a dare sostegno ai lavoratori e alle imprese del settore estrattivo di Guidonia Montecelio. Con 2000 posti a rischio, 90 licenziamenti già avviati, il caso cave ha impegnato la politica a ogni livello, tanto che ora l’azzurro si è impegnato per una interrogazione parlamentare. “Mi sono recato ieri personalmente a Guidonia – dice Battilocchio – ho incontrato i lavoratori ed i rappresentanti delle imprese e devo dire che, anche alla luce dell’infausto esito del consiglio comunale della notte scorsa, sono davvero molto preoccupato. Il clima è assai teso perchè, di fronte alla possibilità concreta di perdita di diverse centinaia di posti di lavoro, l’amministrazione sembra essere del tutto insensibile rifugiandosi dietro a pretesti e cavilli, senza una disponibilità concreta ad operare per risolvere la questione. La situazione rischia di degenerare perchè, parlando coi tanti presenti, ho riscntrato rabbia ed esasperazione”.

“E’ mia intenzione – aggiunge Battilocchio – presentare un’interrogazione al Governo per sapere se e come sta seguendo questa vicenda che, per la sua valenza strategica territoriale, non può certo essere lasciata nell’esclusiva competenza dell’Amministrazione comunale che, tra l’altro, nel caso specifico, dimostra ancora una volta tutti i suoi limiti. Il quadro è davvero esplosivo ed è compito delle forza in campo, ognuno per il suo ambito di competenza, dare il massimo per il raggiungimento di una soluzione di buonsenso”.