Il vertice regionale è fissato peri 23 ma sarà anche la commissione a occuparsi della chiusura delle cave di Guidonia, dopo le azioni messe in campo dall’amministrazione cinque stelle. “Come presidente della IX Commissione – Lavoro, formazione, politiche giovanili, pari opportunità, istruzione, diritto allo studio – ha affermato il consigliere regionale Eleonora Mattia – ho intenzione di convocare le parti coinvolte, ovvero amministratori comunali, sindacati ed imprenditori, alla ripresa dei lavori per tentare di confrontare e mettere in chiaro le posizioni delle parti e cercare di arrivare ad una sintesi per coniugare lavoro ed ambiente”.

Il settore estrattivo di Guidonia Montecelio rappresenta il 5% del Pil regionale e “mi appare folle – ha aggiunto la Mattia – oltre che insensato non trovare qualsiasi soluzione possa permettere alle aziende di lavorare in tranquillità e programmare un futuro sostenibile sì, ma di progresso e di produzione. Tutela dell’ambiente e tutela del lavoro e delle attività produttive possono stare insieme. Chi prova a renderle alternative o é inconsapevole delle conseguenze o é in malafede. La regione non può guardare senza agire la desertificazione sul piano lavorativo della terza città del lazio. Bene quindi l’attività che sta portando avanti l’assessore Manzella. Per quanto mi riguarda”.