Alla revoca delle autorizzazioni alle aziende estrattive di Guidonia Montecelio, Forza Italia si “opporrà in ogni sede”. Il caso cave dilaga e prende quota, il senatore Maurizio Gasparri scende in campo contro le scelte del governo cinque stelle della terza città del Lazio, un territorio che conosce e che sta diventando un simbolo di una battaglia che plana ai livelli dei big. Non finisce qui, vien da dire se Gasparri promette una interrogazione parlamentare e l’apertura di una tavolo tecnico a traino nazionale. “Dopo che la sconsiderata iniziativa dell’amministrazione grillina sembrava scongiurata e pareva si potesse trattate una soluzione condivisa, a sorpresa la chiusura è arrivata alla vigilia di ferragosto e rischia di coinvolgere migliaia di operai che occupano il comparto e per le loro famiglie. Una gestione di questa vicenda che noi di Forza Italia condanniamo e contro la quale, a tutti i livelli istituzionali, ci opporremo, combattendo questa battaglia al fianco dei lavoratori. Presenterò subito una interrogazione – dice il senatore Gasparri – affinché si apra un tavolo tecnico, si revochi la chiusura e si lavori insieme alle parti interessate per un futuro condiviso”.