La neve è caduta in abbondanza ma da quando si è aperto il cielo l’attesa è per Burian che nelle prossime ore porterà il termometro a meno dieci gradi, ecco perché a Tivoli l’amministrazione invita alla massima attenzione sulle strade.
Proseguono senza sosta, dalle ore 1 di questa mattina, le operazioni delle associazioni di Protezione civile (Volontari radio soccorso Tivoli e Gruppo operativo soccorso) con l’ausilio dell’Associazione nazionale carabinieri, coordinate dal Centro operativo comunale presieduto dal sindaco Giuseppe Proietti, ancora impegnate per liberare le strade cittadine dalla neve caduta fino alla tarda mattinata tra i 20 e i 30 centimetri.

“Al momento sono libere dalla neve tutte le strade della viabilità principale e gran parte della viabilità secondaria. Le squadre sono impegnate in questa fase in particolare nello spargimento di sale, per prevenire, per quanto possibile, la formazione di ghiaccio in vista dell’ondata di freddo in arrivo e del notevole abbassamento delle temperature previsto fin dal tramonto e, con maggiore intensità, nelle ore notturne. Si raccomanda pertanto, nelle ore notturne – dicono dal Comune di Tivoli – di limitare gli spostamenti solo per assoluta necessità, comunque a velocità limitata e prestando la massima attenzione alla eventuale presenza di ghiaccio a terra. La stessa raccomandazione riguarda gli spostamenti a piedi: indossare calzature antiscivolo e prestare attenzione al suolo. In questa fase, in cui è ancora presente la neve sui rami, evitare di camminare o soffermarsi sotto gli alberi”.

In via cautelativa, in vista dell’ondata di gelo in arrivo, domani martedì 27, gli istituti scolastici pubblici e privati di tutto il territorio comunale resteranno chiusi, compresi asili e sede universitaria, e il mercato settimanale di Tivoli Terme sarà sospeso. “Si raccomanda inoltre, soprattutto nelle ore notturne, di mantenere sempre accese le caldaie a una temperatura di 40 gradi, di lasciare aperto un filo di acqua di un rubinetto in casa in caso di tubature esterne che potrebbero ghiacciarsi e se possibile di isolare i contatori esterni dell’acqua con del polistirolo”. Per eventuali emergenze contattare la Protezione civile regionale al numero 803.555 .