Si chiama Luciano Cifaldi ha 58 anni, è un oncologo e da due giorni è il nuovo direttore sanitario della Asl Roma 5. Il cambio al vertice dell’azienda sanitaria in realtà era già atteso da qualche tempo, per la precisione da quando l’aria di trasloco di Vitaliano De Salazar è diventata una certezza. Con la rivoluzione di gennaio era infatti scontato anche il cambiamento nelle altre stanze che contano e quella della direzione sanitaria aspettava solo un nome e un cognome. Il chirurgo che, come riportato nella deliberazione numero 35 del 6 febbraio, prende il posto di Simona Amato, scelta dal precedente manager sanitario, arriva da un’altra Asl, quella di Latina, dove è stato per il tempo record di soli otto giorni dalla sua nomina, dopo aver ricoperto quel ruolo nel periodo di commissariamento durato un paio di anni. Un passaggio consumatosi in fretta e furia quello che lo ha visto traslocare in un battibaleno dagli uffici di viale Nervi a quelli di via Acquaregna. La sfida del Commissario Straordinario, Giuseppe Quintavalle, dunque continua anche con la volontà di dimostrare che la sua non sarà una reggenza di passaggio. Le sorti della Asl locale non sono infatti state mai così incerte, visti i cambiamenti repentini che hanno dato instabilità su più fronti. La scommessa da questi parti pare essere sempre quella di restare più a lungo possibile, elezioni permettendo.