“Un dato eccezionale”. Cresce la percentuale della raccolta differenziata a Guidonia Montecelio che si attesta al 64,69%, è la media del 2017 che supera di quasi due punti i numeri dei rifiuti dell’anno precedente e fa balzare la terza città del Lazio in avanti con l’obiettivo del 70%. “L’elogio è per i cittadini di Guidonia, che dimostrano di avere alto senso civico, è merito loro se abbiamo chiuso l’anno con questo dato stupendo”. L’analisi arriva dal presidente della Tekneko, la società che gestisce il servizio di raccolta, Umberto Di Carlo legge come straordinaria la performance nonostante i nodi critici. Il primo semestre del 2017 infatti sotto gestione commissariale ha registrato una flessione dei controlli che restano comunque, in linea generale, il vero fronte debole. “Con un controllo maggiore del territorio rispetto all’abbandono dei rifiuti e alle discariche abusive il traguardo del 70% si potrebbe raggiungere, intanto però diciamolo in maniera chiara: Guidonia non è una discarica. In questa saga della denigrazione di Guidonia questo dato della differenziata è in controtendenza e ci dice che i cittadini sono molto bravi, e sono meglio di quello che a volte si rappresenta. Guardando a pochi chilometri con Roma che è un disastro, possiamo affermare – conclude Di Carlo – che persistono delle sacche dove non si differenzia, Albuccione e una buona fetta di Setteville, ma nonostante questo il dato è confortante e solo grazie ai cittadini”. La media del 2016 era intorno al 63%, sale quindi la quota di rifiuti differenziati. Su 29 tonnellate di immondizia prodotta, la quota separata del circuito virtuoso è di 19 tonnellate.

(lo schema, le quantità sono espresse in chili)

differenziata