Messa in sicurezza della Nomentana Bis e completamento con la bretella di collegamento Palombarese-Nomentana Bis-Bretella Nomentana. Sono queste le richieste di una petizione che parte dal territorio di Fonte Nuova e precisamente dall’associazione “Qui Ora Donna” e dal Comitato Cittadini e che può essere firmata dai cittadini del nord-est romano. I destinatari sono Virginia Raggi in quanto sindaco della città metropolitana e il suo vice Fabio Fucci delegato alla viabilità. “Da quando è stata aperta la Nomentana Bis – sostengono le due associazioni nel documento – si sono avvicendati nel tempo innumerevoli incidenti anche mortali. La notte la strada è scarsamente illuminata, non sono presenti dissuasori o autovelox, manca la segnaletica orizzontale nelle inserzioni, non vi sono barriere di sicurezza o spartitraffico e nelle ore notturne e diurne c’è attraverso incontrollato di animali randagi e fauna selvatica. Il traffico, che di regola durante la giornata è fin troppo veloce, anche oltre i limiti di velocità e senza alcun tipo di controllo, diventa un ingorgo a passo d’uomo nelle ore mattutine e di rientro serale”.

Il prolungamento della strada. “La città metropolitana di Roma – continuano i proponenti – ha chiuso la conferenza dei servizi relativa poiché la soprintendenza paesaggistica del ministero dei beni culturali e la direzione regionale dello stesso, avevano espresso diniego in merito al Ptpr (Piano Territoriale Paesistico Regionale), ma con prescrizione di studiare un tracciato limitrofo alla via Palombarese per non avere sacche di campagne esposte a barriere visive, di cui non è stato tenuto alcun conto”. Secondo le due associazioni, quindi, basterebbe una piccola porzione di strada per migliorare sensibilmente la viabilità della zona. “L’interesse viario e comunitario di più comuni- sottolineano- è preminente su quello meramente locale del Ptpr così come previsto dalla suprema corte, dal consiglio di stato e dall’articolo 9 della costituzione”. In buona sostanza, quindi, è più importante la viabilità della zona rispetto ai vincoli imposti dal ministero dei beni culturali. “Qui Ora Donna” e il “Comitato Cittadini” ricordano, inoltre, che sono stati già spesi circa 100mila euro per la progettazione e le indagini archeologiche e che il traffico e gli ingorghi sulla Nomentana Bis provocano seri problemi di inquinamento nella frazioni di Santa Lucia di Fonte Nuova, Marco Simone e Colleverde di Guidonia. “Nel 2022 ci sarà la manifestazione internazionale di golf Ryder Cup al Green Biagiotti di Marco Simone – ragionano in prospettiva le due associazioni – con l’afflusso previsto di ulteriori 300mila persone complicando notevolmente il problema viario”.
Vincenzo Perrone