Nasce a Fonte Nuova “Qui ora donna”, un’associazione tutta al femminile amministrata da Annalisa D’Urbano. Diverse sono le iniziative che l’associazione porterà avanti nei prossimi giorni come il bookcrossing, una vetrina online di cerco/offro lavoro e tre petizioni su Nomentana Bis, giornate ecologiche e verifica ambientale del territorio.

Bookcrossing e vetrina online del lavoro

Il bookcrossing consiste nel lasciare alcuni libri in un’attività commerciale a disposizione di chi vorrà leggerli gratuitamente, permettendo al contempo al donatore di seguire il percorso del proprio libro. Chi prenderà i libri lasciati potrà a sua volta lasciarne dei propri in cambio o, una volta letti, lasciare i libri in un altro punto della città. Alla fine dei libri presi in prestito il lettore è invitato a scrivere un messaggio. La prima tappa di questo “tour culturale” è il negozio Collant di via Nomentana. Un’altra idea della neonata associazione femminile è la vetrina online di cerco/trovo lavoro. “Ognuno potrà connettersi- spiegano in un comunicato- per fare rete e dare o ricevere notizie su nuove opportunità di lavoro”.

Lancio di tre petizioni

“Qui Ora Donna” sta lanciando anche tre petizioni su altrettanti interventi all’interno del territorio fontenovese. Una di queste riguarda la messa in sicurezza della Nomentana Bis teatro, in talune circostanze, di gravi incidenti. “Verrà promossa la raccolta firme della petizione che un gruppo di cittadini sta allestendo- spiegano- per inviarla all’attenzione del delegato alla viabilità di Città Metropolitana di Roma Capitale. Si comunica che a completamento dell’iter della petizione della Nomentana Bis, ci sarà in aggiunta nell’atto anche il riferimento al tavolo paritetico già aperto con gli aventi causa in funzione di una realizzanda ‘bretellina’ per futura Ryder Cup tramite il Comitato Cittadini di Fonte Nuova”. L’altra petizione è indirizzata alla dottoressa Raffaella Moscarella, commissario prefettizio del comune di Fonte Nuova, e riguarda l’istituzione delle giornate ecologiche per la pulizia, da parte di cittadini volenterosi, di alcune aree oggetto di discariche abusive. Un’ultima petizione tratta, invece, della verifica ambientale del territorio. “Verrà effettuata una raccolta firme da inviare al commissario prefettizio di Fonte Nuova per promuovere la verifica ambientale del territorio, anche in relazione alla richiesta di riapertura della conferenza dei servizi inerente all’inquinamento della falda dell’Inviolata che grava sulla frazione di Santa Lucia”.
Vincenzo Perrone